Sun19112017

Font Size

Cpanel

sms

Twitter
Facebook_sgr
Tum sikiş seyretme siteleri bir araya gelse bizim porno sitemiz kadar degere sahip olamazlar. En azindan biz oyle dusunuyoruz. Haksiz miyim Rustu? - Evet haklisin abi diyene kadar agzinin ortasina bi tane yapistirdim bana cevap vermemenin cezasini cekmis oldu amina koydugum. Yine de hatirlatmakta fayda var ola ki yukaridaki pornoton.com ve diger sitemizi begenmez iseniz, porno izlemek icin en iyi site brazzers pornolari yayinlayan sitelerdir. Porno Gratis Video porno Video sesso italiano Porno e Sesso Hard
Back Notizie Notizie dal Comune COMPIE 100 ANNI ANNA MARIA BIANCO
Venerdì, 06 Settembre 2013 15:34

COMPIE 100 ANNI ANNA MARIA BIANCO

DOMENICA 8 SETTEMBRE 2013

 

COMPIE 100 ANNI ANNA MARIA BIANCO NIPOTE DI MARIA BASILIO ENTRAMBE FIGLIE SPIRITUALI DI PADRE PIO

GLI AUGURI DEL SINDACO POMPILIO

Compie cent’anni domenica 8 settembre. Ma la festeggiata non è una qualunque. Si chiama Anna Maria Bianco. Ed il suo compleanno non è un evento solo privato, ma coinvolge l’intera città di San Giovanni Rotondo. Perché? Perché la signora in questione è la nipote di Maria Basilio, indimenticata e silenziosa benefattrice dell’Opera di Padre Pio. “E’ un onore per me e l’amministrazione comunale che rappresento, porgere gli auguri di buon compleanno ad una figura storica di San Giovanni Rotondo. Una tra le più attive figlie spirituali di Padre Pio, il nostro santo a cui dobbiamo tutto” ha dichiarato il sindaco Luigi Pompilio. “Utilizzeremo per questo evento” ha continuato il sindaco “la sala multimediale vicino a Santa Maria delle Grazie, uno dei punti di informazione in città, che a breve inaugureremo”. Maria Basilio, la zia della neo centenaria faceva parte della omonima e nobile famiglia torinese, figlia degli industriali cioccolatieri Venchi di rinomanza mondiale. La sua storia è intrecciata con quella della nipote, grazie proprio alla “mediazione spirituale” di Padre Pio. Ma andiamo per ordine: Maria Basilio, ovvero la zia, nel lontano 1918 incontra il frate stigmatizzato del Gargano. L’agiata torinese in quel momento ricopre l’incarico di segretaria del Patriarca di Gerusalemme Don Barlasina. E’ una folgorazione. La Basilio “sente” che non può più staccarsi da quel frate “in confidenza” con il Cielo. Decide di fermarsi a San Giovanni Rotondo. E qui comincia una storia avvincente e “giostrata”, come sempre accade in questi casi, dalla Divina Provvidenza. Ricca e benestante, la signora torinese si dà subito da fare per venire incontro ai “desiderata” del Padre. Uno dei primi gesti concreti è l’acquisto del terreno in zona Patariello, vicino al Convento. Terreno che la signora dona al frate stigmatizzato, già impegnato nella ricerca dei fondi per la costruzione dell’Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza.

La nipote, vale a dire la prossima centenaria, qualche tempo dopo la seguì, nonostante in un primo tempo non ne volesse sapere di aderire all’invito della zia di recarsi a San Giovanni Rotondo. Cedette perché – come ella stessa raccontò successivamente- fu “vinta” dall’amore personificato del Padre. Anna Maria Bianco si stabilì vicino al convento, raccolse l’eredità materiale e spirituale della zia e portò avanti l’opera attraverso la “Fondazione Maria Basilio”. Una storia, quella della Bianco, che oggi compie un secolo di vita. Cento anni vissuti in totale obbedienza agli insegnamenti di Padre Pio. La cerimonia di domenica 8 settembre prevede prima la celebrazione dell’eucarestia alle ore 17,15 nella chiesetta antica di Santa Maria delle Grazie. E successivamente l’incontro presso la sala multimediale del Comune di San Giovanni Rotondo tra la centenaria e gli amministratori, in primis il sindaco Luigi Pompilio e l’assessore alla cultura Michele Di Maggio, per gli auguri di rito. Torta e mazzo di fiori per la festeggiata.

Ultima modifica il Domenica, 08 Settembre 2013 12:35

Video