Notizie in primo piano
Strumenti
Testo

È fatto obbligo a tutti i proprietari, o possessori a qualsiasi titolo, di terreni ricadenti all’interno del perimetro urbano, che risultano invasi da erbe e sterpaglie, e costituenti ricettacolo di immondizia, di provvedere alla ripulitura e sfalcio delle stesse aree al fine di scongiurare il pericolo di incendio, nonché praticare tutte quelle operazioni consentite e necessarie, volte a garantire la pubblica incolumità, il decoro urbano, la tutela ambientale e igienico-sanitaria. 

Le violazioni dell’ordinanza n. 118 del 22 maggio 2006 saranno soggette all’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria da 100 € a 500 € con le procedure previste dalla legge 689 del 24.11.1981, ferme restando eventuali responsabilità di natura civile e/o penale. Il Comando della Polizia Municipale eseguirà adeguati sopralluoghi per accertare eventuali comportamenti omissivi. 

Maggiori dettagli: Manutenzione aree private